NEWS


Il progetto continua all'interno della guida online per il Sud Italia

"Living Italy Live".


Per gli aggiornamenti consultare il sito: www.livingitalylive.info


Su questo sito resterranno gli articoli in archivio.


mercoledì 17 agosto 2016

Living Italy Live


Il progetto "Antiche Scritture Inedite" continua all'interno della guida internazionale
"Living Italy Live" dedicata alle offerte turistiche per chi viaggia nel Sud Italia. Questo connubio rende il progetto ancor più interessante. I risultati delle nostre ricerche integreranno le informazioni che saranno rese disponibili in tempo reale per chi vorrà scoprire le eccellenze culturali dell'Italia Meridionale.

Per gli aggiornamenti consultare il sito: www.livingitalylive.info

Su questo sito resterranno gli articoli in archivio.

lunedì 28 dicembre 2015

Lavori in corso



Anche se non vedete post pubblicati di recente, vi assicuriamo che continuiamo sempre a svolgere, dietro le quinte, il nostro diligente lavoro di ricerca e traduzione sui testi latini. Attualmente, completata la traduzione del "De umbris idearum" di Giordano Bruno, stiamo ultimando anche la versione della sua "Ars memoriae" che compariva nella medesima pubblicazione del 1582 insieme al "De umbris". Intendiamo, perciò, pubblicare entrambe le opere contestualmente. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.


Contemporaneamente, stiamo svolgendo interessanti ricerche sui toponimi di alcune antiche città del Cilento, in Campania, ancora esistenti o scomparse, che sembrano delineare una storia del tutto "inedita" dello sviluppo storico di quell'area, e non solo, coinvolgendo aspetti importanti della nostra vita moderna. Ve ne renderemo conto puntualmente.



Intanto vi auguriamo di trascorrere questi ultimi giorni dell'anno e l'intero anno nuovo nel miglior modo possibile.

Condividi su Facebook

giovedì 1 maggio 2014

Somnia. Dai misteri di Pompei

Copertina del romanzo (particolare) tratta da un dipinto di Franco Gracco

Questo il titolo del nuovo romanzo di Plinio Caio Gracco, autore di questo sito, pubblicato nel mese di aprile 2014 dalla Casa Editrice Kimerik

Di racconti e romanzi su Pompei ne sono stati pubblicati diversi e per lo più interessanti. Ma cosa rende questo romanzo unico nel suo genere? Innanzi tutto la trama. I due protagonisti vivono nel nostro tempo, ma improvvisamente vengono catapultati al tempo degli antichi pompeiani. Non solo. Ciò che scoprono in quel mondo sembra trovare corrispondenza con quel che accade nel nostro mondo contemporaneo, fornendo una spiegazione "inedita" ad episodi e atteggiamenti apparentemente inspiegabili. 

Dunque il romanzo non è una semplice rievocazione storica, per quanto siano descritti accuratamente usi e costumi presenti in quel particolare periodo, bensì un'insolita chiave di lettura della quotidianità presa a prestito dal passato. 

In tutto questo giocano un ruolo fondamentale sia la lingua, il latino, in uso nell'antica Pompei, sia le espressioni artistiche, in particolare le pitture a parete, ancora visibili nelle case pompeiane, che offriranno, attraverso un'attenta combinazione, una serie di indizi utili all'indagine condotta dai protagonisti destinata a rivelare una verità insolita e sconcertante. 

Non mancano nel testo squarci di vita tratti dalle località di provenienza dei protagonisti, San Francisco e il territorio vesuviano, con ampie digressioni su usanze ed eccellenze tipiche di quei posti.

Insomma il romanzo Somnia. Dai misteri di Pompei, parole dell'editore, "a tratti surreale e come perennemente attraversato da un’atmosfera sospesa, ... cattura l’attenzione del lettore con una nota sempre vibrante nel testo". Un affascinante viaggio nel tempo e nello spazio dal finale imprevedibile.

 Se vuoi saperne di più, visita il sito dedicato (daimisteridipompei.blogspot.it) e segui l'account Twitter @SomniaPompei. 


 
Condividi su Facebook Linkedin


giovedì 13 febbraio 2014

Storie di parole: Erario, Fisco, Moneta

Testo di Luigi Casale

Foto di Julien Jorge

Erario, Fisco, Moneta. A parte “moneta” che sappiamo tutti che cosa sia, le altre due parole (erario e fisco) le utilizziamo – meglio se dico: “Le utilizzo”, perché sto parlando di me – con una certa incertezza. (Vi piace quest’ossimoro? Vi assicuro che non era voluto.)
Ma prima di trasferire la mia incertezza anche agli affezionati lettori, cercherò di spiegare da dove vengono queste parole, e che cosa rappresentavano al tempo degli antichi Romani, sia quando Roma era repubblica, sia successivamente quando fu Principato.

Aes, aeris … – ricordo ai nuovi arrivati che i nomi latini vengono designati con due “voci”: il nominativo e il genitivo; mentre i verbi, addirittura, con 4 o 5 voci (presente, perfetto, supino, infinito). Questi modelli di parole si chiamano “paradigmi”, e contengono le forme di base per formare tutte le altre voci di una parola, come ad esempio: il singolare e il plurale per i nomi; il maschile e il femminile per gli aggettivi; i modi, i tempi, e le persone, per i verbi – … ma torniamo ad “aes, aeris” (lèggasi: ès, èris), che presso i Romani significava o rame o bronzo, vale a dire metallo (non è che ne conoscessero poi tanti! Da qui la confusione.)

Se poi qualcuno volesse sapere perché da “aes [ès]” (rame o bronzo) sia venuto fuori “èris”, cioè perché la “s” si è trasformata in “r”, dirò che si tratta di un fenomeno di trasformazione fonetica, un processo naturale (dipendente dal comportamento dei parlanti) che si è verificato in una determinata epoca storica all’interno di un gruppo di parlanti (mettiamo: quelli della penisola italica). Se fossimo più attenti ci accorgeremmo che anche oggi succedono di questi fenomeni; e lo notiamo dal fatto che certe consonanti, in una certa posizione all’interno delle parole, i parlanti di località non tanto distanti da noi (tutta gente che parla la nostra stessa lingua; e addirittura il nostro dialetto) le trasformano in altre completamente diverse (Es.: bello /beddu). Ora chi ha scoperto questa regola secondo la quale nel V-IV secolo avanti Cristo la “s” quando si veniva a trovare in mezzo a due vocali si trasformava in “r”, ha chiamato questo fenomeno col termine di r o t a c i z z a z i o n e ricavando questo nome dal nome della “r” che in lingua greca si chiamava rho.

[Per capirci. Nello stesso arco di tempo è successo che il verbo latino “esse” la cui radice è “es–” nell’imperfetto è diventato “eram” (*es-a-m: radice + caratteristica del tempo storico + desinenza della prima persona singolare), da cui il moderno “io ero”, così come ce lo troviamo oggi].
Se si capisce, è bene e io sono contento. Se no, lasciate pure le parentesi a chi le può utilizzare, perché il discorso, nelle linee generali, lo si capisce lo stesso; e … andiamo avanti.
Tutta la lunga filastrocca l’ho fatta per far capire perché da “aes” = metallo derivi “aerarium” = cassa (dove si custodisce il “metallo”), quindi la cassa del denaro pubblico, dello Stato perciò, che era amministrato dal Senato. (Siamo in epoca repubblicana.)
Da quanto detto, ora possiamo capire anche che cosa sia oggi l’erario.

* * *
E veniamo a “fiscus”. Fiscus, fiscina, fiscella, sono rispettivamente “cestino”, “paniere”, “canestro”. Ancora oggi usiamo la parola fiscella (dove si raccoglie la ricotta per lasciar defluire il siero, ma i Romani vi filtravano anche l’olio), che altro non è che un cestino di forma particolare.
Con la trasformazione della forma dello Stato romano operata da Ottaviano Augusto (ciò che noi chiamiamo passaggio dalla repubblica all’impero e che gli storici chiamano Principato) il Senato, sul quale gravava l’incombenza di amministrare i fondi dell’aerarium, decretò un appannaggio per la persona dell’Imperatore, cioè una modesta quantità di denaro (un travaso dall’aerarium ad un fiscus, recipiente più modesto) per le necessità personali di Augusto.
Da allora si ebbero due amministrazioni del tesoro pubblico: una praticata dal Senato, e una più piccola tenuta dall’Imperatore.

* * *

Moneta deriva dal verbo moneo = ammonisco (richiamo). Anticamente, ma molto anticamente, a Roma Moneta era una dea, la madre delle Muse. La radice – come la radice di moneo (men-mn-mon: la scrivo in tre forme, perché si tratta di una radice apofonica, cioè che cambia il colore della vocale a seconda se la radice forma un nome o un verbo, e se verbo varia a seconda del tempo) – è collegata all’idea di “memoria”. Perciò “madre delle arti” nel caso della dea, e “ammonimento” nel caso del verbo moneo.

In epoca storica però l’appellativo di “moneta” (ammonitrice, consigliera) fu attribuito alla dea Giunone, alla quale fu dedicato un tempio sul Campidoglio nel quale si coniavano le monete. Praticamente fungeva da zecca. Moneta, quindi, era la dea, la zecca, e i pezzi coniati.

http://www.flickr.com/photos/finds/4771256797

Condividi su Facebook



 Archivio articoli 

 

giovedì 12 dicembre 2013

ASPETTANDO IL NUOVO ANNO


Mentre quest'anno volge al termine, 
molti pensieri affollano la mia mente. Rivado a ciò che avevo detto in occasione del precedente articolo di fine anno, dalle constatazioni sull'attuale crisi economica, che in gran parte potrei sottoscrivere anche per le condizioni presenti, ai buoni propositi per il nuovo anno che, con l'aiuto dei miei collaboratori e sostenitori, siamo riusciti a realizzare laddove possibile. Ma abbiamo fatto di più. Per valorizzare ulteriormente località italiane di notevole interesse naturalistico e culturale, come Sorrento o Ischia, abbiamo girato e montato anche dei video, una sorta di brevi documentari alla scoperta di tracce del passato da esplorare. Ogni volta che si è presentata l'occasione, abbiamo dimostrato la nostra vicinanza a persone o popolazioni colpite da calamità naturali e ci siamo sforzati di "leggere" le notizie riguardanti problemi sociali o grandi eventi musicali alla luce della nostra formazione letteraria a beneficio di migliaia di visitatori del sito provenienti da 69 paesi del mondo (nuovo record assoluto). Tuttavia, durante lo scorso anno, i problemi personali o collettivi hanno reso difficile per molti affrontare le spese e adempiere a tutti gli obblighi imposti dalla difficile situazione economica. In questi frangenti è facile perdere l'equilibrio psichico e farsi prendere dallo sconforto o peggio dal panico e dalla disperazione. Ma, nonostante tutto, molti che stanno leggendo questo messaggio, stringendo i denti, risparmiando e cercando di mantenere la calma, sono riusciti ad andare avanti, a conservare preziosi rapporti affettivi e di convivenza civile nell'interesse non solo proprio ma anche di chi ci sta intorno e risente, nel bene o nel male, delle nostre scelte quotidiane. Certo, tanto altro resta da fare, specialmente nel campo del recupero della latinità "inedita" e nella valorizzazione del nostro immenso patrimonio culturale e umano che abbiamo ereditato. Per riuscirci è necessario continuare ad impegnarsi senza arrendersi, continuare a lottare sperando in un futuro migliore. Di seguito sono riportate interessanti iniziative organizzate per il prossimo periodo di festività in alcune località italiane che conservano ancor oggi tracce di latinità. Ringrazio pubblicamente coloro che ci hanno fornito le notizie degli eventi: Ursula Stuffer di Val Gardena-Gröden Marketing, il Servizio Turistico Territoriale Associato dei Comuni di Perugia, Corciano, Deruta,Torgiano, Eva Candido e Luigi Casale. Spero che tutti voi possiate trascorrerle il più serenamente possibile con l'augurio di poterci sempre riunire attorno a questo sito per ricordare a noi stessi quanto di buono è stato fatto e quanto di meglio potremo ancora fare.

Plinio Caio Gracco
Autore "Antiche Scritture Inedite"


Ti piacerebbe sostenere concretamente le nostre attività?
Leggi qui come.
 


NATALE 2013


 FILO DIRETTO BRESSANONE - CUZCO
(di Luigi Casale)


Natale è tempo di mercatini. Specialmente qui da noi, nella provincia Sudtirolo (Alto Adige), in linea con la migliore tradizione nordica rappresentata in Italia dall’area geografica di lingua tedesca. 
 
Rinomati sono quelli dei grandi centri cittadini, Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno, Brunico; più caratteristici quelli delle piccole comunità. Ma, fra tutti, i più interessanti (e i più convenienti, in termini di soddisfazione morale) nell’uno e nell’altro caso sono quelli allestiti dalle Associazioni di volontariato per raccogliere fondi per la beneficenza. Coerentemente con le finalità statutarie dei diversi sodalizi. La solidarietà con i più deboli, i più poveri, i più bisognosi di aiuto, i più emarginati, ci richiama al sentimento di giustizia. E ci educa al rispetto e alla pace. Giustizia e pace a cui l’umanità insistentemente aspira. Per questo tempo natalizio segnalo perciò il mercatino che sarà allestito nella mattinata di sabato 14 dicembre a Bressanone, in via dei Portici Maggiori nel centro storico. A organizzarlo è l’associazione “Educazione alla pace – Giordano Liva” di Bressanone che sostiene progetti di animazione, di promozione e di rinascita delle popolazioni del Perù, con particolare attenzione ai bambini e alle madri dei quartieri più disagiati della città di Cuzco.

  Detta Associazione è stata fondata nel 2010 da Alice Bonavida, una giovane brissinese che ha scelto di trasferirsi a Cuzco per dar corso alla sua missione, collaborando con altre organizzazioni non governative già presenti nella Città peruviana. Si è creata così una stretta sinergia col Centro culturale “Giordano Liva” aperto una decina di anni per volontà dei genitori di un ragazzo pisano i quali hanno inteso onorare la memoria del figlio dedicando le proprie energie al miglioramento, economico e sociale, delle condizioni di vita di quelle popolazioni.

La realtà in cui operano le due associazioni è uno dei quartieri più poveri di Cuzco, sviluppatosi in poco tempo in seguito alla fuga verso la città del campesinos che si allontanavano dalla campagna per cercare scampo alla gravissima crisi economica. Il quartiere si chiama Francisco Bolognesi, dove la povertà e l’abbandono, insieme alla perdurante crisi economica, diventano fattori di rischio di violenza e degrado. 
 
Lo scopo dell’associazione “Educazione alla pace” è quello di essere interfaccia per la reciproca conoscenza; e di favorire nello stesso tempo gli scambi commerciali solidali attivando piccoli circuiti di contatti diretti tra il Perù e l’Italia. Una componente significativa di questa attività è costituita dalla ricerca, dal reperimento, e dalla formazione di personale volontario disposto a trasferirsi per periodi più o meno lunghi in Perù e, viceversa, poter accogliere e assistere giovani studenti peruviani attirati dalla conoscenza dell’Europa e dell’Italia. Iniziative, queste ultime, assunte in cooperazione con l’OEW di Bressanone.

Tra le realizzazioni, oltre al Centro culturale G. Liva, che coordina le attività di carattere generale, emergono un corso d’arte e di attività manuali, l’asilo “Los Sembradores” (I seminatori), il laboratorio di lettura per i piccoli dell’asilo e i ragazzi del Circolo G. Liva, doposcuola, animazione per la gioventù come: corsi di disegno, visite ai musei, approfondimento e divulgazione della cultura locale, laboratori attivi di trasformazione di prodotti alimentari (cioccolato, ecc.); per la formazione di giovani donne è stato attivato un salone per parrucchiere, e un progetto “Donne, pane, pace” il cui obiettivo è quello di emancipare le donne dando loro autonomia economica e morale attraverso la formazione professionale di fornaie. Quest’ultimo progetto è stao realizzato col sostegno economico della Provincia Autonoma di Bolzano. 


 
VAL GARDENA

Tradizioni e feste gardenesi durante l’Avvento

Sono tanti gli eventi in Val Gardena per celebrare il Natale e divertirsi nel periodo di festa che inizia alla Vigilia e si conclude con l’Epifania.

Tra il “Sacro e il profano” ogni giorno si vivono momenti di allegria passando dalle tradizioni antiche, ancora oggi molto sentite, come la visita di San Nicolò o la tradizione della “Tlecanocht”, a eventi più recenti come il Concorso di Scultura nella neve o le feste di San Silvestro.

Per offrire un viaggio virtuale e panoramico sugli eventi che coprono il periodo dell’Avvento li abbiamo, di seguito, prima raggruppati e poi descritti.


                                                                                                     
                                                                                              Eventi tradizionali in Val Gardena

Iniziamo con la Festa di San Nicolò il 5 dicembre. La sera, infatti, il Santo inizia la
camminata lungo le strade dei tre paesi, accompagnato dall’angelo e dal servitore, per
portare regali e lodi ai bambini più bravi.

 Quelli che sono stati meno buoni devono invece
guardarsi dai diavoli – i Krampus, che li inseguono urlando e agitando campanacci e catene.



A proposito dei Krampus

(di Luigi Casale)


All’avvicinarsi del Natale, alle raccomandazioni che la mamma, sempre preoccupata per noi figli, faceva a tutta la famiglia quando dovevamo uscire da soli o intraprendere una attività di un certo rischio (ma anche a nostro padre nello svolgimento del suo lavoro e nell’esercizio delle responsabilità di capo-famiglia), aggiungeva questa espressione: “… E statevi accorto! Ca ‘i chiesti juorni vanno camminànno i riàvoli.”

Questo avvertimento ce lo sentivamo ripetere solo per la durate del periodo di Avvento.

Ora, che il diavolo fosse sempre in agguato per tentarci, lo avevamo appreso dal catechismo della prima Comunione; come sapevamo già che, nell’agonia della morte, di ogni uomo Satana si contendesse l’anima in lotta con l’Angelo custode. A dire il vero, tutti i giorni nell’Ave Maria recitiamo: “ … Prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte”. Ma che schiere di diavoli se ne andassero in giro nei giorni lieti dell’approssimarsi delle festività natalizie era un messaggio che ci giungeva dalla coscienza popolare attraverso la voce della mamma. Dal punto di vista della dottrina, certamente era un fatto plausibile, anche indiscutibile, ma resta che la notizia non ci veniva dai canali ufficiali, quelli canonici dell’indottrinamento parrocchiale, bensì da una libera elaborazione popolare. L’amore per la mamma, poi, ci faceva accettare la sua apprensione e con essa l’accorata raccomandazione alla prudenza e alla saggezza.

La scoperta di due manifestazioni culturali fatta in seguito mi hanno svelato l’origine di quel modo di sentire popolare; entrambe legate alla tradizione natalizia: una del meridione d’Italia, l’altra di derivazione nordica; tutte e due formatesi nell’alveo della fede cristiana e della devozione ai santi.

La prima è la Cantata dei pastori, quella sacra rappresentazione del mistero della Natività raccontata come sfondo di una vicenda di uomini (commedia), che si metteva in scena nei giorni dell’attesa del Natale in ogni città del nostro circondario, se non addirittura in ogni parrocchia; alla quale nessuno doveva mancare.

La seconda è la festa di s. Nicola (6 dicembre), che nei paesi nordici chiamano Nikolaus.

La Cantata dei pastori, ho fatto in tempo a vederla non solo nella mia infanzia e nella mia giovinezza, ma, ancora una volta, anche in età adulta, avendo avuto la fortuna di partecipare ad una replica che si dava nella parrocchia di s. Antonio a Castellammare di Stabia, nel Natale del 2007.

Il corteo di Nikolaus (s. Nicola), che la vigilia del 6 dicembre distribuisce dolci, mandarini e frutta secca ai bambini lungo le strade della città, l’ho cominciato a frequentarlo invece da adulto, trattandosi di una tradizione viva dei centri della provincia di Bolzano, dove dopo aver formato famiglia sono andato a vivere.

Tutte e due le manifestazioni mostrano la presenza fisica dei diavoli, impegnati ad ostacolare in tutti i modi la realizzazione del bene. Nello spettacolo teatrale della Cantata dei pastori ingannando, fuorviando, e minacciando in maniera fastidiosa i personaggi dell’azione scenica della commedia umana, e le figure della sacra rappresentazione: Giuseppe e Maria, e gli Angeli. Mentre nel codazzo che si forma al seguito del corteo di Nikolaus vi s’intrufolano sotto forma di Krampus (i diavoli), degli esseri mostruosi che ai bambini, anziché offrire leccornie e cose buone come fa s. Nicolò, danno colpi di verghe attorno alle gambe.

Le due scene della rappresentazione del male, proposte alla riflessione della coscienza morale, sono visibili a tutti: o nella sala del teatro, nel caso della Cantata dei pastori; o lungo le strade della città, nel caso del passaggio di s. Nicolò. Da queste manifestazioni della tradizione natalizia, molto probabilmente, è derivato anche il convincimento popolare che faceva dire a mia madre: ‘I chisti juorni vanno camminanno i riavuli.” 


 
Ma il diavolo, nella forma del serpente, è presente anche in un’altra rappresentazione simbolica (e iconografica) del periodo natalizio: quella legata alla festa dell’Immacolata (8 dicembre). Essa deriva direttamente dalla pagina della Bibbia in cui si legge che il Creatore condanna il serpente a strisciare nella polvere, e ad essere vinto (calpestato) dalla Donna, la tutta pura.

Durante i quattro giovedì dell’Avvento è anche il momento della “Tlecanocht”, quando i giovani in abiti tradizionali (travestiti da contadini) vanno di casa in casa ad annunciare il Natale cantando la “Tlecanocht”, un canto tradizionale, ricevendo in cambio dolci e qualche moneta.

Alla vigilia di Capodanno è il momento del “Bon di, bon ann”, quando i bambini bussano alle porte augurando buon anno e cantano una vecchia canzone, mentre, ai fidanzati è augurato “L’ann dal stlef” (l’anno dello schiocco), ovvero buon anno del matrimonio.

Il 6 gennaio doppio appuntamento: “I Re Magi” e la “Dunacia” (solo a Ortisei).
Con la prima festa tutti girano per casa spargendo incenso e acqua Santa per ottenere una benedizione per il nuovo anno, le ragazze indossano i costumi tradizionali con un fazzoletto di seta e i chierichetti cantano la canzone dei Re Magi per ricevere offerte.


Con la seconda, alla sera una vecchia signora chiamata la “Dunacia” gira per Ortisei, usando la scopa per pulire le stanze e portando via i bambini che ancora non sono andati a dormire. Tra gli eventi tradizionali gardenesi ricordiamo anche la bella Mostra dei Presepi a Ortisei, dal 1 dicembre al 12 gennaio, realizzati dagli artisti dell’Associazione Gardena Art, che espongono le proprie opere all’interno di casette di legno.

Infine, il mercatino di Natale di Santa Cristina, quest’anno dal 5 al 30 di dicembre, con tanti stand tipici che propongono oggetti della tradizione e dell’artigianato locale, in legno, vetro e lana, e prodotti dei contadini, offrendo buone idee per un regalo di Natale.
Ogni giorno d’apertura, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, saranno inoltre sfornati i biscotti di
pan pepato e gli squisiti “Spitzbuben”, biscotti di pasta frolla ripieni di marmellata alle albicocche.


Altri eventi

Dal 26 al 29 dicembre, si svolgerà anche il Concorso di scultura nella neve. Tema per
l’edizione 2013 saranno i personaggi di Walt Disney in montagna.
Vi parteciperanno gli artisti delle Associazioni di scultori della Val Gardena che normalmente scolpiscono il legno. Le sculture di neve saranno infine giudicate dal pubblico e un premio in denaro sarà consegnato a colui che sarà considerato il più abile e creativo. Sei blocchi di neve da 3 x 3 x 3 metri, saranno a disposizione degli artisti che lavoreranno da mattina a sera, in gruppi di ¾ persone, per tutti e quattro i giorni.
Per fine anno diverse feste in programma, come il Party di San Silvestro a Selva in Piazza Nives, a S. Cristina in Piazza Dosses e a Ortisei, in Piazza S. Antonio. A partire dalle ore 19.00 del 31 dicembre, fuochi d’artificio a Ortisei e il 01 gennaio a Selva. Infine, due eventi “virtuali” sulla pagina Facebook della Val Gardena.
Il primo sarà un calendario d’Avvento (dal 1 al 24 dicembre), dove ogni giorno bisognerà rispondere a una facile domanda per vincere un gadget della Val Gardena. Il secondo, sempre su Facebook, dal 9 dicembre, sarà il Video Contest invernale, dove tutti potranno partecipare inviando video sulla Val Gardena e vincendo premi come “un weekend per due”.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.valgardena.it.


Da Nikolaus a Babbo Natale

(di Luigi Casale)


La festa di s. Nicola di Bari è riportata dal calendario al 6 dicembre. A questa data è già iniziato il nuovo anno liturgico (il ciclo temporale delle solennità cristiane celebrate dalla Chiesa) e ci troviamo – generalmente – nella prima settimana d’Avvento; o al massimo nella seconda. 

È noto il detto popolare, napoletano che recita: “Comme barbaréa, accussì nataléa”; che ci fa calcolare il giorno della settimana in cui cade la festa della Natività del Signore. Infatti, S. Barbara è il 4 dicembre, Natale il 25. Tra le due date corrono 21 giorni, e poiché 21 è multiplo di sette, sono giuste tre settimane. Perciò il giorno nella settimana di santa Barbara (4 dicembre) è lo stesso giorno della settimana in cui viene Natale (25 dicembre). Sfido chiunque a verificare sul calendario. Eppure questa semplice ovvietà ha generato la convinzione tra la gente che “Comme barbaréa accussì nataléa” si applichi alle condizioni climatiche. La qual cosa, per altre considerazioni, potrebbe anche essere vera: ma solo per chi segue la luna.


Ma ritorniamo a s. Nicola. Il nome è di origine greca (formato dalle radici di due parole che significano: vittoria e popolo) e del mondo greco è anche il personaggio. A metà del sec. IV fu vescovo di Mira, una città della Turchia (oggi Dembre), sulla costa orientale del Mar Egeo. La sua devozione si diffuse in tutto l’Oriente, e particolarmente in Russia. Nel sec. XI gli fu dedicata una basilica anche a Bari; da qui la sua venerazione si diffuse in tutta Italia.

La memoria di s. Nicola è ricordata nei riti bizantino e copto. Nel nome di s. Nicola sono fiorite molte tradizioni popolari e iniziative di carità legate al Natale, che ne hanno fatto la figura del Santo Vescovo (Nikolaus) che benèfica giovani e fanciulle. In questa veste e con questo nome la sua conoscenza è passata poi a tutta l’Europa, sviluppandosi in modo particolare nei paesi nordici come festa di popolo con radicamento nel folklore delle varie località. In Italia la tradizione del Nikolaus che porta doni, di derivazione nordica, è viva solo nella provincia di Bolzano; e la sua venuta (nelle famiglie, nelle scuole, nelle comunità) è festeggiata con grande partecipazione di popolo. Al seguito del Santo, rivestito dei suoi paramenti da vescovo: mitria, chioma e barba bianca, pastorale, guanti, anello; che nelle case e per le strade porta i suoi doni a grandi e piccini, si muovono però anche i Krampus (i diavoli), esseri mostruosi che ostacolano i gesti di carità, i quali nella rappresentazione popolare infliggono pene corporali alle persone che nell’anno non si sono comportate bene, colpendole con fasci di rami secchi. 
 

Molto rinomata è la festa che si organizza a Vipiteno la sera del 5 dicembre dove accorrono persone da tutto l’Alto Adige, e anche dal Trentino e dal Tirolo austriaco. 
 

Dall’Europa del nord la tradizione del Nikolaus, con le migrazioni storiche verso l’America, passò nel Canada e negli Stati Uniti, dove il personaggio si liberò dei paramenti da vescovo, pur mantenendo il suo nome: Klaus, da Nikolaus. Così Santa Klaus, nelle vesti con cui lo conosciamo oggi, ritornò in Europa e si chiamò Babbo Natale. E anche i Krampus scomparvero dalla sua iconografia classica, vista l’idea più adatta alla pubblicità e al consumismo. Da caproni, così come essi venivano rappresentati in Europa, si trasformarono in renne, costrette a trainare la slitta carica di doni.










PERUGIA E DINTORNI




L’Amministrazione comunale conferma anche quest’anno l’appuntamento con

"Per Natale Per Te"

Perugia per consentire a perugini e turisti di vivere la città, assaporando le atmosfere natalizie attraverso eventi culturali e ludici attrattivi e coinvolgenti. Dal 30 novembre al 6 gennaio, mostre e concerti, eventi ispirati a solidarietà e socialità, spettacoli teatrali e appuntamenti letter
ari, giochi per bambini, mercati e presepi, saranno i protagonisti di una straordinaria offerta, ricca e variegata, resa possibile dalla collaborazione con soggetti privati e associazioni, che con sempre maggiore consapevolezza assurgono al ruolo di protagonisti del tessuto culturale e sociale della città. E’ anche grazie a questo brulicante fermento, fondato sulla partecipazione e sulla condivisione di obiettivi, che Perugia, con i territori di Francesco d’Assisi e dell’Umbria, ha superato la preselezione al titolo di Capitale Europea della Cultura per il 2019. Un successo straordinario a partire dal quale percorrere con un sereno e fiducioso slancio collettivo la pur ripida strada verso la designazione finale, nella consapevolezza che le nostre risorse, i nostri talenti, i nostri sogni sono quelli di una città e di un territorio accoglienti, ricchi di intelligenze e professionalità capaci di progettare e determinare il proprio futuro in una prospettiva europea.
Il legittimo orgoglio cittadino per il conseguimento di questo risultato, si manifesta in maniera esplicita nel programma previsto per l’ultimo dell’anno, un corale e articolato spettacolo di piazza intitolato “Buon capodanno Europa”, metafora significativa della moltiplicata energia con la quale si vogliono affrontare le fasi successive della competizione.
L’augurio di Buon Natale, dunque, quest’anno non è rituale, poiché molto abbiamo da festeggiare assieme e numerose sono le occasioni che questo programma offre per condividere una gioia che ci accomuna.

Wladimiro Boccali
Sindaco della città di Perugia

Andrea Cernicchi
Assessore alla Cultura e alle Politiche Sociali



12 dicembre
Aula Magna Università per Stranieri,ore 12.00
CONCERTO DI NATALE
Musiche popolari della tradizione natalizia
Coro”Voci dal Mondo” dell’Università per Stranieri
Alberto Bustos direttore
Info: Tel. 075 5729231 331.5340840

12-13 dicembre
Teatro Morlacchi, Piazza Morlacchi
STAGIONE DI PROSA al MORLACCHI 2013-2014
L'ESAME, di Andrea Jeva, liberamente tratto da The Test di Richard Matheson, con Giampiero
Frondini, Francesco Bolo Rossini. Info biglietteria: www.teatrostabile.umbria.it/pagine/perugia-000

13 dicembre
Auditorium Marianum – Corso Cavour 184, ore 17.00
FESTA DI SANTA LUCIA
Ashley Slater, soprano - Saeko Kameya, mezzo soprano
Luca Micheli, tenore - Xiaochen Wang, baritono
Eugenio Di Lieto, basso - Stefano Berionni pianista accompagnatore
musiche di J.Strauss, G. Donizetti, G.Verdi, G.Puccini
W.A. Mozart, G. Rossini, R. Schumann e canzoni popolari italiane, cinesi, giapponesi
e degli Appalachi - a cura di Associazione Culturale Luigi Bonazzi
Info: Tel. 075 5736171

Teatro Bertolt Brecht, viale San Sisto, 93
La Quinta Stagione. NUOVA LINFA AL TEATRO CONTEMPORANEO
Zaches Teatro TTP Toscana – Mal Bianco – Regia Luana Gramegna.
Info: Botteghino Teatro Brecht - Tel 075.5272340 - www.teatrobrecht.it
Info: Fontemaggiore Tel 075.5286651 - dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16 -

Chiesa S. Ercolano – Scalette di Sant’Ercolano, ore 21.00
CHRISTMAS STAR
un viaggio attraverso le musiche corali a cappella della tradizione natalizia
eseguito dalla Corale Fra’ Giovanni da Pian di Carpine
Sergio Briziarelli, direttore
a cura di associazione BorgoBello
Info: 329.6118813 - ormunda@virgilio.it

Via Tornetta, 7, ore 21
900 in UMBRIA QUARANT'ANNI TRA DUE MONDI
Incontri a cura di Associazione Culturale Porta Santa Susanna. "Abbasso il papa, abbasso il re".
La Perugia contro Guglielmo Miliocchi e Brenno Tilli
Con Gianluca D’Elia e Benedetta Pierini.
Info: Tel. 075 5724339 – 328 8656218 – portasusanna@libero.it

14 dicembre
Via dei Priori, ore 15.00
VISITA GUIDATA
Medioevo e Barocco in Via dei Priori, le chiese e in anteprima la visita guidata alla
Torre degli Sciri
a seguire momento conviviale
a cura di Associazione Perugia Live in collaborazione con Associazione Priori
Info e prenotazioni 347.3704233 346.8458615 - perugialiveintour@gmail.com

Cappella ex Chiesa di Santa Maria Maddalena – Corso Cavour 131, ore 16.00
PERSONAGGI DELL’ARTE E DELLA SCIENZA PASSATI A BORGOBELLO
BENEDETTO BONFIGLI UN PITTORE PER IL BORGO
incontro tematico sulla figura del pittore del primo Rinascimento perugino.
a cura della dott.ssa Elena Bottini, storica dell’arte
al termine della conferenza cioccolata calda per tutti i partecipanti offerta dalla
caffetteria Kirkas
a cura di Associazione BorgoBello
Info: 329.6118813 - ormunda@virgilio.it

Auditorium Marianum - Corso Cavour 184, ore 16.30
AUGURI DI NATALE
musiche natalizie eseguite dagli allievi – Info: 075.5736171

alla Sala San Francesco - Convento di Monteripido, ore 17.00
CONCERTO DI NATALE
Coro "Octava Aurea" diretto dal maestro Mario Cecchini.
Ingresso a offerta
L’evento è organizzato dall’Associazione “Padre Diego Donati ofm”
Info: associazionediegodonati@gmail.com - Tel 339 25.45.351

Parcheggio presso il CVA di Ponte San Giovanni
TERRA FUORI MERCATO
Mercato contadino e di artigianato consapevole. Orario: dalle ore 8 alle ore 18.

Palazzo dei Priori – Sala dei Notari,ore 18.00
CONCERTO DI NATALE
Coro Canticum Novum di Solomeo
OTC Orchestra
musiche di G.F. Händel, W.A. Mozart, F. Biebl e altri
Fabio Ciofini, direttore
a cura di Associazione Amici del Malawi
Info: 333.2989431 - moenr@libero.it

dalle ore 21.00 del 14 fino alle ore 9.00 del 15 dicembre
Sede Associazione POST – Via del Melo 34
SOGNANDO AL MUSEO…SPECIALE 10 ANNI
un’intera notte al POST tra visite animate e divertenti laboratori, per vivere un’esperienza
indimenticabile e alimentare la propria curiosità scientifica
quota di partecipazione € 25,00 (Il primo bambino che si prenoterà dimostrando di
essere nato il 17 dicembre 2003, parteciperà gratuitamente all’evento)
a cura di Associazione POST - Info e iscrizioni 075.5736501

15 dicembre
Teatro Morlacchi - ore 17.30
AMICI DELLA MUSICA - STAGIONE 2013-2014
Mahler Chamber Orchestra– Reinhold Friedrich tromba
Programma: Vivaldi, Hertel, Telemann, Zelenka e Haendel.
Info: info@perugiamusicaclassica.com – Tel. 075 5722271
Biglietteria: www.perugiamusicaclassica.com/amici_biglietteria.htm

Via del Castellano 2/a (trav. Corso Cavour, dietro la Chiesa di San Domenico), ore 17.30
STAGIONE TEATRO PER RAGAZZI PERUGIA 2013-2014
IL BRUTTO ANATROCCOLO
Tieffeu - Spettacolo di pupazzi e narratore di Mario Mirabassi
Biglietti: € 6,50 intero - € 6 ridotto tessera infobambini (la tessera infobambini è gratuita e si può fare
in biglietteria)
E’ possibile prenotare i posti telefonicamente
Info: Tieffeu Tel. 075 5725845 e-mail info@tieffeu.com - www.tieffeu.com

Basilica di San Pietro - Borgo XX giugno, ore 18.00
I PASSI…DELLA MUSICA
INCONTRO TRA JAZZ E CANTO GREGORIANO
concerto benefico di Natale dell’Istituto Don Bosco di Perugia
a cura di Istituto Don Bosco di Perugia
Info: Tel. 075 5733880
13

16 dicembre
Teatro Morlacchi, ore 21.15
Max Gazzè
Prevendita Tcket One e Ticket Italia
Per maggiori informazioni: Musical Box Eventi 075 5056950 - ww.musicalboxeventi.com

17 dicembre
Osservatorio Astronomico – Via Bonfigli 16, ore 18.00
SOTTO LE STELLE DI NATALE
appuntamento con il Prof. Vincenzo Millucci che accompagnerà i partecipanti
nell’osservazione delle stelle
a cura di Associazione BorgoBello
Info: 329.6118813 ormunda@virgilio.it

Chiesa dell’Università – Piazza dell’Università, ore 18.00
IL NATALE DELL’UNIVERSITÀ
Coro dell’Università degli Studi di Perugia
Marta Alunni Pini direttore
musiche di J.S. Bach, J.Brahms, F.Gruber, M.Reger e Canti della tradizione Popolare
Info: Tel. 075.5729231 331.5340840

18 dicembre
Piazza Raffaello, 11 - ore 20.30
Migrazione al femminile - Rassegna cinematografica in lingua tedesca - Ottobre-Dicembre 2013
Wintertochter (Winter’s daugther) - Germania 2011, Johannes Schmid 90’
Ingresso libero. Tutte le proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Info: Istituto Tedesco Perugia Tel. 0755735360 - info@istitutotedescoperugia.it -
www.istitutotedescoperugia.it

Piazza Matteotti - orario 9.00 -18.00
L'ARTIGIANATO CONTEMPORANEO
Mostra mercato locale di Artigianato tipico ed enogastronomia. Organizzata dall'Associazione
"Farefacendo".

Musical Academy, Via O.Tramontani, 52 - Ponte S.Giovanni - ore 21
ROCK DOCS: STORIA DEL ROCK
Incontri musicali a cura di Stefano A. Graziano. Dal 20 novembre 2013 al 4 febbraio 2014. Ingresso
libero.
1970-1980: Frammentazione stilistica San Francisco “sound”: Jefferson Airplane and Starship,
Grateful Dead, Janis Joplin. Acid Rock: Doors, Jimi Hendrix’s Experience. Glam e glitter: David Bowie.
Mainstream rock: Bruce Springsteen. Rock progressivo: Pink Floyd. Folk rock: Jethro Tull. Pop rock: Billy
Joel, Elton John. Soft rock: Chicago, Styx. Glam Rock: Alice Cooper, Kiss. www.stefanograziano.com

19 dicembre
Via della Viola 29, ore 18.00
CAPOLAVORI
concerti e letture dai diari dei grandi maestri compositori della tradizione classica
a cura di Associazione Ars et Labor
Info: 331.9152379 349.3563097 - fiorivanoleviole@gmail.com
facebook fiorivanoleviole

Chiesa di Sant’Antonio Abate – Corso Bersaglieri, ore 21.00
CONCERTANDO
Musiche per i bambini del Malawi
esibizione del Coro dell’Istituto comprensivo “T. Valenti” di Trevi
a cura di Associazione Rivivi il Borgo Sant’Antonio
in collaborazione con Associazione Amici del Malawi di Perugia
Info: 335.7877450 www.borgosantantonio.org - info@borgosantantonio.org


Basilica S. Pietro – Borgo XX Giugno, 20.30
CONCERTO DI NATALE – THE SIXTEEN
antichi carols natalizi, musiche di Poulenc, Britten e altri
Harry Christophers, direttore
biglietti interi € 16,00 - biglietti ridotti € 12,00
convenzioni € 14,00 - biglietti giovani nati dal 1987 € 7,00
a cura di Fondazione Perugia Musica Classica Onlus e Amici della Musica di Perugia
info prenotazioni e acquisto biglietti presso la biglietteria della Fondazione
in Via Danzetta 7
giovedì e venerdì dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00
sabato dalle 11.00 alle 13.00
Info: Tel. 075 5722271 info@perugiamusicaclassica.com - www.perugia.musicaclassica.com

20 dicembre
Biblioteca S.Matteo degli Armeni – Via Monteripido 2, ore 1830
Per il ciclo Splendori Vocali in Biblioteca:
CONCERTO DEL GRUPPO VOCALE ARMONIOSOINCANTO
il Natale nella musica vocale:
percorso attraverso raffinate composizioni vocali dal Medioevo ad oggi
Franco Radicchia, direttore
Info: Tel. 075 5773560/59 bibliotecasanmatteo@comune.perugia.it

Basilica di San Pietro - ore 20.30
AMICI DELLA MUSICA - STAGIONE 2013-2014
The Sixteen – Harry Christophers direttore – Programma: Poulenc: Quatre petites prières de Saint
Francois d’Assise Salve Regina Quatre motets pour le temps de Noel e Britten: Hymn to the Virgin: A
Shepherd’s carol: The Holly and the Ivy (arr.) A cerimony of Carols.
Info: info@perugiamusicaclassica.com - Tel. 075 5722271
Biglietteria: www.perugiamusicaclassica.com/amici_biglietteria.htm
15

Sala delle Conferenze della Galleria Nazionale dell’Umbria - ore 17.30
AMICI DELLA MUSICA - STAGIONE 2013-2014
Alberto Battisti “La Musica sacra di Britten” – Ingresso libero
Info: info@perugiamusicaclassica.com – Tel. 075 5722271
Biglietteria: www.perugiamusicaclassica.com/amici_biglietteria.htm


Auditorium Hotel Giò Jazz Area, ore 21,30
JAZZ CLUB PERUGIA 2013-2014
THE HARLEM GOSPEL CHOIR sings Stevie Wonder
Biglietto: € 20,00 (include appuntamento enogastronomico a buffet con inizio ore 20,15)
Info e prevendita: presso i negozi di dischi "Musica Musica" Via Oberdan, 51 - Perugia Tel.
075.5720923; Egea Store Via Ritorta, 5/7 – Perugia Tel. 075 5732503; Hotel Giò Jazz Area Via
Ruggero D’Andreotto, 19 – Perugia Tel. 075 5731100;
apertura negozi dal lunedì al sabato - orario continuato dalle 9,30 alle 19,30
Biglietti e abbonamenti saranno disponibili sul luogo del concerto a partire dalle 19.30.
Info: info@jazzclubperugia.it - www.jazzclubperugia.it
facebook.com/JazzClubPerugia.official - twitter.com/JazzClubPerugia


Biblioteca S.Matteo degli Armeni – Via Monteripido 2, ore 18.30
Per il ciclo Splendori Vocali in Biblioteca:
CONCERTO DEL GRUPPO VOCALE ARMONIOSOINCANTO
il Natale nella musica vocale:
percorso attraverso raffinate composizioni vocali dal Medioevo ad oggi
Franco Radicchia, direttore
Info: Tel. 075 5773560/59 bibliotecasanmatteo@comune.perugia.it

dal 20 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
Monteripido
Convento di San Francesco del Monte - Orario: 9.30-12.00; 16.00-18.30
MOSTRA DI PRESEPI TRADIZIONALI - Info: Tel. 075 40679

21 dicembre
Palazzo dei Priori – Sala dei Notari, ore 21.00
CONCERTO DI NATALE
Musiche operistiche e della tradizione natalizia
per il 25° anniversario del Coro dell’Università degli Studi di Perugia
a cura di Coro dell’Università degli Studi di Perugia, AGIMUS
Info: Tel. 075 5729231 - 331.5340840

21 dicembre
Corso Cavour alto, ore 9.00 - 20.00
BORGOBELLO IN FIERA
mercatino degli artigiani e degli hobbisti in un contesto delizioso per una passeggiata
in uno dei borghi più caratteristici di Perugia; i visitatori potranno degustare il
vin brulè, preparato dal Circolo del Tempo Bono e il panettone, offerto dall’ Associazione
BorgoBello
a cura di Associazione BorgoBello - info 329.6118813 ormunda@virgilio.it
16

21 dicembre
Teatro Morlacchi, Piazza Morlacchi 19 - ore 20.45
Commedia musicale: “L’ALTRA CENERENTOLA”
Ingresso a offerta, il ricavato sarà devoluto in beneficenza ad enti e istituzioni attive nel sociale; a cura
dell'Associazione Fin dall'Asilo Teatroinsieme.
Info: Liomatic spa 075.540361
Info biglietteria: http://www.teatrostabile.umbria.it/pagine/perugia-000 - Tel. 075 5722555
(botteghino)

21 dicembre
Via dei Priori, ore 15.00
VISITA GUIDATA
Medioevo e Barocco in Via dei Priori, le chiese e la visita guidata alla Torre degli Sciri
a seguire momento conviviale ,costo € 5,00 prenotazione obbligatoria
a cura di Associazione Perugia Live e Associazione Priori
Info e prenotazioni: 347.3704233 346.8458615 - perugialiveintour@gmail.com

22 dicembre
Open Space for Arts – Via dei Priori 77, ore 15.30 - 19.30
INNAMORARSI A PERUGIA
divertente e romantico pomeriggio per promessi sposi, con sorpresa finale
Info: 393.2200605 - www.sognaesorridi.it - www.nozzedautore.si

22 dicembre
Cattedrale di S. Lorenzo, ore 16.00
NATALE IN CORO
musiche natalizie con i cori dell’Umbria
a cura di ARCUM – Associazione Regionale Cori dell’Umbria
Info: 392.3637427

22 dicembre
Zona scalette di Sant’Ercolano, ore 16.30
BABBO NATALE IN LAMBRETTA
Babbo Natale in lambretta e raccolta doni per gli anziani di Fontenuovo
a cura di Lambretta Club Umbria
Info: ormunda@virgilio.it

22 dicembre
Via della Viola e Via Cartolari - orario: 11.00 - 24.00
MOSTRA MERCATO DELLE VIOLE
Mostra mercato locale. Artigianato artistico, opere dell'ingegno e della creatività. A cura
dell'ASSOCIAZIONE "FIORIVANO LE VIOLE".
Info: 331.9152379 - 349.3563097 fiorivanoleviole@gmail.com

22 dicembre
Piazza Umbria Jazz - orario 8.00 - 20.00
QUATTRO STAGIONI
Mostra mercato locale. Prodotti tipici - artigianato - articoli per la casa e per la cura della persona. A
cura di C.O.S.A.P. '99.
17

22 dicembre
San Sisto - P.zza Martinelli - orario 8.00 - 20.00
SAN SISTO IN MOSTRA
Mostra mercato locale. Abbigliamento, antiquariato, enogastronomia, artigianato, ecc... A cura
dell'ASSOCIAZIONE "L'ARTE E LA TERRA".

22 dicembre
Teatro Morlacchi, Piazza Morlacchi 19 – ore 17.00
Commedia musicale: “L’ALTRA CENERENTOLA”
Ingresso a offerta, il ricavato sarà devoluto in beneficenza ad enti e istituzioni attive nel sociale; a cura
dell'Associazione Fin dall'Asilo Teatroinsieme.
Info: Liomatic spa 075.540361
Info biglietteria: http://www.teatrostabile.umbria.it/pagine/perugia-000 - Tel. 075 5722555 (botteghino)

22 dicembre
Via del Castellano 2/a (trav. Corso Cavour, dietro la Chiesa di San Domenico)- ore 17.30
STAGIONE TEATRO PER RAGAZZI PERUGIA 2013/2014
LA VERA STORIA DI BABBO NATALE – Tieffeu
Info: Tieffeu tel. 075 5725845 e-mail info@tieffeu.com - www.tieffeu.com

22 dicembre
Basilica di San Pietro – Borgo XX Giugno 22, ore 21.00
MESSA IN SI MINORE BWV 232, PER SOLI, CORO E ORCHESTRA, DI J. S. BACH
Marinella Pennicchi, soprano - Maria Grazia Pittavini, soprano
Gloria BanditelIi, contralto - Baltazar Zúñiga, tenore
Mauro Borgioni, basso - Coro Accademia degli Unisoni
Orchestra da Camera di Perugia - Leonardo Lollini, direttore - ingresso € 8,00
a cura di Associazione Musicale Accademia degli Unisoni dicembre - Info: 349.5367337

dal 22 dicembre 2013 al 6 aprile 2014
PERUGIA IN CAMMINO
storie che fanno la storia
Mostra fotografica e documentaria sulla trasformazione della realtà
perugina attraverso le immagini degli archivi privati dei cittadini
a cura di Alberto Mori con la collaborazione di Luigi Petruzzellis
Palazzo della Penna – Centro di Cultura Contemporanea – Via Podiani 11
ore 10.00 - 20.00 (orario chiusura biglietteria) dal martedì alla domenica
chiuso il lunedì, il 25 dicembre e il 1 gennaio 2014
aperture straordinarie:
23 e 30 dicembre e 6 gennaio 2014
Biglietti:
intero €. 5,00, ridotto A €. 3,00
(oltre i 65 anni, gruppi minimo 15 persone, possessori “Perugia Carta Giovani”
altre categorie)
ridotto B €. 2,00 (da 7 a 14 anni, scolaresche)
gratuito: da 0 a 6 anni, possessori Card Perugia Città Museo
Info: Tel. 075.5716233 www.comune.perugia.it - www.sistemamuseo.it

23 dicembre
Basilica di S. Pietro – Borgo XX Giugno, ore 20.00
INNO AL NATALE - XXVII EDIZIONE
musiche natalizie con i cori - Nova Schola Cantorum Santa Maria di Colle
Giuliana Milletti, direttore -Coro Polifonico San Faustino
Daniele Lupo, direttore
Schola Cantorum Gregoriana “Jubilate Deo” della Basilica di S. Pietro
Francesco Bachetti, direttore
Coro Polifonico “Jubilate Deo” della Basilica di S. Pietro
Francesca M. Saracchini, direttore
Corale Santo Spirito -
Hwang Insang, direttore
Corale S. Antonio
Enrico Bianchi, direttore
Info: Tel. 075 5736171

dal 25 dicembre al 6 gennaio
Convento Frati Cappuccini - Montemalbe
PRESEPE ARTISTICO
Orario: festivi 9-13/16-19; feriali 16-19
Str. dei Cappuccini, 3 -San Marco (Tel. 075 690134)

26 dicembre
Teatro Bertolt Brecht, viale San Sisto, 93 – ore 17.00
TEATRO DI DOMENICA 2013-2014 – Teatro ragazzi
Fontemaggiore – I tre porcellini – Regia Maurizio Bercini
Rassegna di spettacoli rivolti ai bambini e alle loro famiglie, programmati la domenica o nei giorni
festivi.
Biglietteria aperta dalle ore 15:00. Ingresso € 6,50
Info: Botteghino Teatro Brecht - Tel 075.5272340 - www.teatrobrecht.it
Info: Fontemaggiore Tel 0755286651 - dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16
fontemaggiore@fontemaggiore.it

26 dicembre
Sala dei Notari, Palazzo dei Priori, ore 18.00
CONCERTO Lirico in Canto
musiche corali del ‘900 ed arie liriche in omaggio al bicentenario della nascita di
Giuseppe Verdi- Sergio Briziarelli, direttore
ingresso ad offerta, l’intero incasso verrà devoluto in favore dell’UNICEF
a cura della Corale Fra’ Giovanni da Pian di Carpine
Info: 347 9807051 - segreteria@coralefragiovanni.it

27 dicembre
Sala dei Notari – Palazzo dei Priori, ore 21.00
ABBECEDARIO NATALIZIO
di e con FILIPPO TIMI e RICCARDO TOCCACIELO
Abbecedario natalizio del diavolo custode, una visione tragicomica
del Natale in dialetto perugino tra panettoni andati a male, regali
improbabili e presepi spaziali
ingresso € 10,00 - il ricavato sarà interamente devoluto
19
all’Associazione Fuori dall’Ombra
info e prevendita biglietti : Tel. 075.5716233
dal 10 al 22 dicembre
ore 17.00 – 20.00 (escluso lunedì 16 dicembre) presso BIOØ
Palazzo della Penna Centro di Cultura Contemporanea - via Podiani 11

28 dicembre
Chiesa del Gesù - Piazza Matteotti, ore 16.30
VISITA GUIDATA
La Torre, gli Oratori, la collezione delle reliquie dei Santi, la Chiesa di Santa Lucia in
Via Baglioni
a seguire momento conviviale
quota di partecipazione € 5,00 prenotazione obbligatoria
a cura di Associazione Perugia Live
Info e prenotazioni: 347.3704233 346.8458615 - perugialiveintour@gmail.com

28 dicembre
Sala dei Notari – Palazzo dei Priori, ore17.00
CONCERTO
Cima D’Oro – Val di Ledro – Trento
Cristian Ferrari, direttore
a cura di Associazione Musicale Armonia e Tradizione
Info: Natale Agostini 349.4264377 - Franco Radicchia 340.8997744

28 dicembre
Galleria Nazionale dell’Umbria, dalle 20.00 alle 24.00
NOTTE DEI MUSEI
Concerto a cura di Associazione AGIMUS, ore 20.00
musiche di G.Verdi e W.R.Wagner
iniziative gratuite con il pagamento del solo biglietto d’ingresso in Galleria,
con le consuete gratuità e riduzioni
Info: Segreteria Soprintendenza BSAE Tel. 075.58668415

28 e 29 dicembre
piazza Italia
ANTIQUARIATO E COLLEZIONISMO A PERUGIA
Mostra mercato di antiquariato, modernariato, collezionismo e curiosità. Orario: dalle 8 alle 20.
Organizzazione: CAT Confesercenti Umbria Soc. Coop. Arl - federazioni@confesercentiumbria.it
Info: Tel. 075 5005110

dal 28 dicembre 2013 all’11 gennaio 2014
Ex Chiesa Maria della Misericordia Via Oberdan 54
VOLUMI DI LUCE E D’OMBRA
disegni, istallazioni “picto-lumen” e “sculpto-lumen”
a cura di Marina Benedetti
inaugurazione 28 dicembre ore 17.00
partecipano Alberto D’Atanasio, storico dell’arte
Alessandra Benedetti, soprano
Daniela Rossi, soprano
dal 29 dicembre al 6 gennaio ore 11.00 - 13.00 / 16.00 - 19.00
20
chiuso 31 dicembre e 1 gennaio 2014
info mrnbenedetti@gmail.com

29 dicembre
Via dei Priori, ore 15.00
VISITA GUIDATA
Medioevo e Barocco in Via dei Priori, le chiese e la visita guidata alla Torre degli Sciri
a seguire momento conviviale
quota di partecipazione € 5,00 prenotazione obbligatoria
a cura di Associazione Perugia Live e Associazione Priori
Info e prenotazioni: 347.3704233 346.8458615 - perugialiveintour@gmail.com

29 dicembre
Sala dei Notari – Palazzo dei Priori, ore 18.00
CONCERTO DI FINE ANNO
musica classica, ritmica e leggera
Società Filarmonica Solomeo
Mauro Basiglio, direttore
a cura di Società Filarmonica Solomeo
Info: 366.3838300 www.solomeo.pg.it - info@solomeo.pg.it

30 dicembre
Sala dei Notari – Palazzo dei Priori, ore 17.30
NON SOLO TANGO
Banda Musicale Città di Gualdo Tadino
brani classici di tango argentino con arrangiamenti originali per banda
Sesto Temperelli, direttore
a cura di banda musicale Città di Gualdo Tadino
Info: 338.9986278

dal 30 novembre al 24 dicembre
ore 10.00-12.30/15.30-19.00
Ex Chiesa della Misericordia – Via Oberdan 54
LEGALITÁ BENE COMUNE
mostra sulla legalità a cura del liceo artistico “Bernardino di Betto”
inaugurazione 30 novembre, ore 9.00 – Info: Tel. 075.5773912


31 dicembre
CAPODANNO 2014
Le piazze del centro storico in festa concerti dalle 22.00 alle 2.00.
Giardini Carducci, Piazza Italia - ore 24.00 - Spettacolo di fuochi d'artificio. DI
FUOCHI D’ARTI FICIO
A CURA di EUR OFIRE WOR
CORCIANO
3 dicembre
Teatro Cucinelli – Solomeo ore 21.00
Stagione Artistica 2013 - 2014
DA KRAPP A SENZA PAROLE di Samuel Beckett traduzioni teatrali Carlo Fruttero e Franco
Lucentini con Glauco Mauri e Roberto Sturno - Regia Glauco Mauri musiche Germano Mazzocchetti
Una produzione Compagnia Mauri Sturno
Prenotazione: Teatro Stabile dell’Umbria Perugia – Via del Verzaro, 20
Tel: 075 57542222 - Tutti i giorni feriali ore 16-19 fino al giorno precedente lo spettacolo.
Vendita: Botteghino Teatro Cucinelli Tel. 075 6970890
www.teatrostabile.umbria.it - e-mail: tsu@teatrostabile.umbria.it
dal 6 al 8 dicembre

Mantignana
MERCATINO DI NATALE
Nello spazio antistante il Circolo Arcs Mantignana e in occasione della cena di beneficenza a favore
dell’Aull che ogni anno si svolge al Circolo nei giorni prossimi alla festa dell’Immacolata, quest’anno
si svolge la dodicesima edizione del mercatino cui partecipano oltre 20 artigiani con i loro prodotti e le
loro creazioni.
Per informazioni: tel. 3357568255.

13 dicembre
Teatro Cucinelli – Solomeo ore 21.00
Stagione Artistica 2013 - 2014

VINATICA idea originale e coreografia Rocío Molina drammaturgia Roberto Fratini direzione
musicale Rosario “La Tremendita” / Rocío Molina musica originale Eduardo Trassierra percusionista
Álvaro Garrido
Una produzione Compagnia Rocío Molina
Prenotazione: Teatro Stabile dell’Umbria Perugia – Via del Verzaro, 20
Tel: 075 57542222 - Tutti i giorni feriali ore 16-19 fino al giorno precedente lo spettacolo.
Vendita: Botteghino Teatro Cucinelli Tel. 075 6970890
www.teatrostabile.umbria.it - e-mail: tsu@teatrostabile.umbria.it

dal 24 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
Presepe per le antiche vie del borgo: il paese, classificato come uno dei “Borghi più belli d’Italia” e
riconosciuto come “Meta Europea d’Eccellenza” per il turismo rurale, offre uno scenario naturale a
questo evento, i personaggi sono statue a misura d’uomo con teste e mani di terracotta, realizzate da
artisti e scultori locali, vestiti con abiti di foggia medioevale, gli oggetti sono in gran parte autentici e
provenienti dal locale Museo della Casa Contadina. Il visitatore si trova a far parte di questa suggestiva
scenografia, perché cammina nel presepe, avvolto dalle melodie natalizie suonate dagli zampognari, in
un’atmosfera mistica e magica insieme. Avviata circa 30 anni fa dalla comunità parrocchiale è oggi
un’iniziativa più che consolidata.
Info: Ufficio Informazioni Turistiche Corciano Tel. 075 5188260/255
info@promozionecorciano.it - www.promozionecorciano.it
22

DERUTA
dall’ 8 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
Piazza dei Consoli
Albero di Natale co addobbi i ceramica.
dal 14 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
Chiesa di Sant’Antonio, Piazza Benincasa
Presepio realizzato dagli Artigiani del Presepio in collaborazione con il Museo del Presepio Greccio.
dal 14 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
L’Associazione Pro-Deruta organizza la 2° Edizione del “PREMIO MIGLIOR PRESEPE”
Guastaveglie Antonio – Le opere possono essere realizzate con qualsiasi materiale (ceramica-legno
ecc.) ed è aperto a tutti (artgiani, scuole, artisti,ceramisti….) – I presepi verranno esposti presso La
Fornace Grazia, una apposita commissione esaminerà le opere presentate ed assegnerà i premi.
La cerimonia di premiazione avverrà domenica 15 dicembre 2013
Info: Ass.ne Pro-
Presepio realizzato dagli Artigiani del Presepio in collaborazione con il Museo del Presepio Greccio.

TORGIANO
fino all’8 dicembre
Signoria Area verde
FRANTOI APERTI - Umbria, terra dell’olio.
FESTA DELL'OLIO NUOVO
Inf.: Comune di Torgiano I-06089 Torgiano - C.so Vittorio Emanuele, 25
Tel. + 39 075 988601 – Fax + 39 075 982128
comune.torgiano@worldonline.it - www.comune.torgiano.pg.it






ALCUNE IDEE REGALO



 CALENDARIO 2014 
Nuovo calendario della salute 2014  
applicato alle tradizioni culturali ed enogastronomiche locali.
Edizioni attualmente disponibili in vari colori (bianco, giallo e azzurro) per i seguenti territori:
Agro Nocerino-Sarnese, Cilento, Costiera Amalfitana, 
Napoli, Paesi Vesuviani, Penisola Sorrentina.
Info: saluteamisuradicitta@gmail.com
Consigli sulla salute e non solo su Twitter: @saluteognimese


"PENSIERI LUMINOSI"
"Pensieri" e "pensierini" realizzati a mano
dall'artista Maria Musella 




AUGURI ILLUSTRATI






ZAMBA DE NAVIDAD – CANTIO NATALIS

Queridos amigos
Les envío un pequeñísimo regalo. Es mi versión latina de una zamba navideña. No sé la lengua quechua, pero mishquila significa ‘dulzura.’

Raul Lavalle


Navidad, Navidad
mañana será Navidad
esta noche es la noche buena
y mañana será Navidad
Niño Dios, Niño Dios,
Niño Dios de los changuitos,
que, como él es muy pobrecito,
en un ranchito vino a nacer.

Navidad por el salitral,
que alegre llegó, que alegre se irá,
dejando a los pobres changos
mucha
mishquila en el corazón.

Abajo, sonando,
las campanas de la iglesia
y los coyas mirando el cielo
esperando al niño que ha de nacer.
Llega ya, llega ya
montado en una estrellita,
llega ya el niñito bueno
a los pobres indios a consolar.

Navidad de la Quebrada,
que alegre llegó, que alegre se irá,
dejando a los pobres changos
mucha
mishquila en el corazón.

 
Natalis, Natalis,
cras Natalem celebremus:
beata nox erit Bona Nox
et crastina dies, Nativitas.
Puer natus, Puer natus,
Puer natus hodie est nobis,
nobis parvulis, humilibus;
parva in cabanna visitat nos.

Natalis lacu in sallito,
sicco in deserto, nobis fulgebit!
Et nos pastores cum armentis
laeta dulcitia Stella replet.
In valle, sonantia
tintinnant signa ecclesiae
et suspiciunt caelum montani
quaerentes Puerum in iubilo.
Advenit, advenit
sub pedibus Stellam regit;
ecce pulcherrimus puerorum
Indos valentes solaturus.
 
Natalis per angustias,
sicco in deserto, nobis fulgebit!
Et nos pastores cum armentis
laeta dulcitia Stella replet.





Si deve adeguare la realtà al desiderio, e non viceversa
come fanno coloro che negano la loro parte migliore,
o che non hanno una parte migliore:
ciò significa avere fede e riscoprire che l’amore e la speranza sovreccedono questa banalità che abbiamo attorno e che causa dolore.

Parole dal Diario profetico di Sergio Quinzio e un Bambinello di Domenico Fasulo per accompagnare le feste natalizie e per attendere un anno davvero nuovo 

2013 - www.centrocammarata.com - 2014







 
PROVINCIA DI VENEZIA